• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
Consultazione Archivi

Prendersi cura di bambini piccoli al nido - ANNULLATO

3/5/20

DURATA: 20 ore 

DATE: 5 marzo, 12 marzo, 19 marzo, 26 marzo, 2 aprile 2020

ORARIO: 13.30/ 17.30 

SEDE: Via Don Minzoni 2, Seregno (MB)

DOCENTI

Paola Cannì.

Pedagogista e formatrice. Collabora con la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Milano Bicocca come Supervisore pedagogico di tirocinio per il Corso di laurea in Scienze dell’Educazione e tutor presso la cattedra di Pedagogia dell’Infanzia.  Svolge attività di supervisione pedagogica del personale educativo che opera nei servizi per l’infanzia, collabora da diversi anni con Assonidi nei percorsi di aggiornamento e formazione rivolti ad educatrici e coordinatrici.

OBIETTIVI 

  • Affinare lo sguardo sui bambini, sui loro bisogni e richieste.
  • Sviluppare competenze di osservazione.
  • Sviluppare competenze comunicative e relazionali nei confronti dei familiari.
  • Condividere buone prassi sperimentate nei servizi.

CONTENUTI

I primi anni di vita sono i più significativi per la crescita e la formazione dei bambini e questo comporta una grossa responsabilità per le persone adulte che si prendono cura di loro. Comprendere i bisogni dei bambini piccoli non è sempre facile, implica un grosso sforzo di decentramento da se stessi, in quanto hanno modalità comunicative diverse da quelle degli adulti, hanno altri tempi, altri modi di conoscere il mondo che ci circonda. Mettersi nei loro panni e stare loro vicino in modo propositivo, incoraggiare il piacere di fare da solo, sostenere lo sviluppo autonomo, evitando di sostituirsi non è sempre facile.

Genitori ed educatrici sono persone adulte che, nel rispetto del ruolo di ciascuno, hanno comuni responsabilità nei confronti della cura e dell’educazione dei bambini.

I genitori, con la nascita di un figlio, si ritrovano ad affrontare una serie di cambiamenti profondi e significativi nella loro vita, molte sono le domande, i dubbi; potersi confrontare con chi professionalmente si occupa dei loro bambini è una grande risorsa. Le educatrici, nel corso degli anni, hanno acquisito sempre più competenze comunicative e di osservazione che possono mettere a disposizione dei familiari.

Costruire un dialogo e una relazione di fiducia e di collaborazione con i genitori non risulta sempre facile, ma è una grossa sfida professionale che valorizza il ruolo e le competenze del personale educativo. Affinare gli sguardi, saper raccontare e comunicare la ricchezza delle esperienze quotidiane con i bambini, ascoltare e sostenere le competenze genitoriali sono una sfida e un’occasione di crescita professionale e un grosso contributo a creare una cultura di attenzione alla prima infanzia.

Il corso fa parte di Formazioni Riflessive, una pratica che vuole raggiungere non solo la singola educatrice, ma l’intera struttura, nell’ottica di un’offerta sempre più qualificata.  La ricaduta nella pratica educativa degli apprendimenti acquisiti in aula è parte integrante del percorso formativo, a garanzia di un costante miglioramento della qualità del servizio offerto. 

Formazioni Riflessive ha dunque come caratteristica peculiare quella di formare la struttura e non solo le persone che accedono all’aula. Come fa a fare questo? Alle educatrici presenti in aula viene proposta una metodologia per condividere e attivare la propria équipe di lavoro. In relazione al tema affrontato saranno fornite indicazioni e materiali per progettare una concreta ricaduta nelle pratiche educative.

ISCRIZIONI

Ci spiace ma a causa dell'attuale situazione di emergenza, il corso è stato annullato.