• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
Consultazione Archivi

Outdoor Education - Lo spazio esterno come complementare e necessario all’esplorazione, alla ricerca e alla sperimentazione del bambino

4/26/22

DURATA: 10 ore di FAD (piattaforma TEAMS) suddivise in 5 incontri della durata di 2 ore ciascuno.

DATE:

  • Martedì 26 aprile 
  • Martedì 3 maggio
  • Martedì 10 maggio
  • Martedì 17 maggio
  • Martedì 24 maggio

ORARIO: 14.30/ 16.30

 

DOCENTI

Valerio Ghilardi

Si occupa di formazione, progettazione educativa in natura e ri-qualificazione di spazi e materiali nei giardini dei servizi all’infanzia 0-6 anni pubblici e privati.
È referente pedagogico dell’area infanzia presso la cooperativa sociale Namastè di Bergamo.


OBIETTIVI 

  • Mettere in discussione la tradizionale idea di giardino come luogo della “pausa” e dello “sfogo” dei bambini.
  • Conoscere le potenzialità degli spazi aperti quali luoghi di scoperta, di laboratorio delle intelligenze, di esplorazioni, di progetti, di collaborazioni e costruzioni. 
  • Offrire alle educatrici e agli educatori criteri per “vedere” gli apprendimenti naturali dei bambini negli spazi “fuori”.
  • Ripensare il ruolo adulto nell’atto di educare in natura.

CONTENUTI

L’educazione naturale individua negli spazi fuori e all’aperto una dimensione privilegiata delle esperienze di crescita e di apprendimento dei bambini perché molto vicina e congeniale alle loro modalità di ricercare e conoscere. È necessario, quindi, considerare lo spazio del giardino come un “prolungamento” della sezione e immaginarlo come un’aula a “cielo aperto”.
Secondo Penny Ritscher: “In giardino esiste l’ozio fecondo. Si può perdere tempo a guardare una formica che lavora, una lucertola che scappa, sentire le pietre riscaldate dal sole, toccare la terra che diventa fango sotto la pioggia e polvere sotto il sole (...). In giardino lo sguardo si allarga all'infinito ed all’infinitesimo. Sono sprazzi contemplativi, attimi fuggenti, punti fermi per vivere”.
Sono strumenti eccezionali, aggiungiamo noi, tra le mani di educatori competenti.
L’esplorazione di questi “strumenti” e delle loro “potenzialità” saranno, nello specifico, i contenuti del percorso.

 

ISCRIZIONI

 Inviare la richiesta di iscrizione a: segreteria.assonidi@unione.milano.it