• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
Consultazione Archivi

LA SENTI QUESTA VOCE?

3/9/23

DURATA: Sono previste 10 ore di lezione in presenza nelle seguenti giornate.

DATE:

· Giovedì 9 marzo - dalle 14.30 alle 18.00
· Giovedì 16 marzo - dalle 14.30 alle 18.00
· Giovedì 23 marzo - dalle 15.00 alle 18.00

 

 

DOCENTI

Domitilla Melloni
Analista filosofa e pedagogista, specializzata nello studio della voce dal punto di vista analitico e delle pratiche filosofiche. Tra i fondatori della Società di Analisi Biografica a Orientamento Filosofico (www.sabof.it) e di Philo Pratiche Filosofiche (www.scuolaphilo.it), è docente della Scuola Quadriennale in Analisi Biografica a Orientamento Filosofico.


OBIETTIVI 

  • Sviluppare competenze nella capacità di ascolto della propria voce e di quella dei bambini.
  • Indagare il legame tra la “mia voce di oggi” e la voce dell’infante che sono stata.
  • Indagare il ruolo della voce nello sviluppo delle competenze relazionali e del linguaggio.

 

CONTENUTI

Ne L’Io-pelle, Didier Anzieu riconosce l’importanza nel processo di costruzione dell’Io del rispecchiamento del bambino nel volto materno descritto da Winnicott, ma mette in evidenza «l’esistenza, ancora più precoce, di uno specchio sonoro, o di una pelle uditivo-fonica e la sua funzione per l’acquisizione, da parte dell’apparato psichico, della capacità di significare e poi di simbolizzare».
Suoni, silenzi, ritmi, tempi, timbri, toni, melodie, prosodie, dinamiche - che si manifestano, si susseguono e si intrecciano nelle voci che dialogano già molto prima delle parole - sono assimilabili alla musica e costituiscono, al di là della dimensione semantica delle parole a cui daranno corpo, una componente essenziale dello scambio simbolico tra il bambino piccolissimo e l’adulto che lo accudisce. 
In questi primi dialoghi, che sono cantati, si gettano le basi per la prima edificazione del sé, grazie allo specchio sonoro costituito dalle interazioni vocali tra adulto accudente e bambino. Qui maturano, tra le altre cose, le basi per l’apprendimento del linguaggio, le competenze relazionali, la capacità di interagire con qualcuno in modo regolato: il bambino di due mesi è in grado di vocalizzare rispondendo alla voce materna che parla e canta adeguando le proprie emissioni ai toni della madre e stabilendo con lei un ritmo che è insieme canto e scoperta dei turni di conversazione. Sono le voci che gorgheggiano insieme con melodie ritmate a stabilire un essere-qui condiviso che è contemporaneamente scoperta di esserci e primo fondamento per la costruzione dell’Io, ma anche vocalizzazione e attesa trepidante della voce accudente che risponde e canta-con, nella quale bearsi e rifugiarsi, come in un principio di movimento contemplativo che mette in una relazione armonica l’infinitamente piccolo con l’infinitamente grande
che lo accoglie.

 

ISCRIZIONI: Informiamo tutte le gestioni che abbiamo raggiunto il numero massimo di partecipanti ai corsi Assonidi in programma da febbraio a maggio. Le iscrizioni sono chiuse.