• Facebook
  • Twitter
  • YouTube
Consultazione Archivi

Il corpo e la sua capacità di essere cantastorie - “Scoprire è la capacità di lasciarsi disorientare dalle cose semplici.” N. Chomksy

2/7/22

DURATA: 10 ore di FAD (piattaforma TEAMS) suddivise in 5 incontri della durata di 2 ore ciascuno

DATE:

  • Lunedì 7 febbraio 
  • Lunedì 14 febbraio
  • Lunedì 21 febbraio
  • Lunedì 28 febbraio
  • Lunedì 7 marzo

ORARIO: 14.00/ 16.00

 

DOCENTI

Marta Montorfano.

Formatrice nell’ambito della prima infanzia.
DanzaMovimentoTerapeuta iscritta APID, è specializzata in Movimento Armonico con Nanni Kloke, formata in Danze in cerchio, sacre e meditative e Membro del Consiglio Internazionale della Danza CUD UNESCO.
Psicomotricista Relazionale diplomata al CNRPP di Milano, si è formata come insegnante steineriana presso la scuola di Pedagogia e Salute di Verona.


OBIETTIVI 

  • Promuovere una nuova attenzione allo sviluppo del bambino all’insegna del “corpo vissuto” 
  • Comprendere l’importanza del corpo come cantastorie
  • Nutrire la creatività per essere cantastorie delle emozioni del bambino, partendo da ciò che si muove in noi.

CONTENUTI

Il corpo è un registratore di storia, fin dal nostro concepimento, iscriviamo e plasmiamo il nostro corpo sulla nostra esperienza di vita, e attraverso il corpo, la raccontiamo, sussurriamo una storia, la nostra, a chi ha sufficiente attenzione, e presta occhio per leggerla.
Christian Bobin parla di affinare quell’intelligenza che ci permette di ascoltare la vita e diventarne confidenti.
“… la vita non è altro che la stoffa di una meditazione nella quale si dispiegano giorno dopo giorno le pieghe che ne
svelano il radioso motivo…” (C. Bobin – La Dama Bianca. Miss Emily Dickinson) 

Attraverso il movimento, la danza, le poesie e gli albi illustrati, creeremo un percorso che ci permetterà di affinare la vista e diventare “confidenti della vita”. Questo ci porterà ad iniziare a sviluppare una sensibilità, che ci permetterà di cogliere quei gesti del corpo che i bambini ci regalano e parlano di loro, e della relazione tra noi.

 

ELEMENTI DI PREMESSA

Curiosità e desiderio di mettersi in gioco. 

  • Sensibilizzare ad un’educazione che va oltre la parola
  • Aprirsi a nuove scoperte di sé e del bambino

 

IMPORTANTE

Trattandosi di un corso inizialmente programmato nei mesi di ottobre/novembre,
in fase di iscrizione verrà data precedenza a coloro i quali risultavano già prenotati.

 

ISCRIZIONI